Blog Detail

Seconda richiesta di incontro all’ass. Sartore

02 Gen 15
riccardotroisi
, , , ,
No Comments

Questo il testo della seconda richiesta di incontro ad Alessandra Sartore, assessore al Bilancio della Regione Lazio.

Roma, 30 dicembre 2014

All’assessore al Bilancio

della Regione Lazio

                                                                                 Dott.ssa Alessandra Sartore

                                                                                  p.c. alle Consigliere regionali

– Marta Bonafoni

– Cristiana Avenali

Gentile Assessore, sono passati ormai quattro mesi dal nostro incontro in Assessorato avvenuto il 16 settembre, alla vigilia della Festa dell’Altraeconomia e, in quell’occasione avevamo avuto da Lei ampia assicurazione di un “cambio di passo” circa l’attenzione del Suo assessorato e degli uffici competenti sulle procedure di relazione con i soggetti convocati in Regione nel Tavolo dell’Altraeconomia. Purtroppo, non abbiamo finora registrato alcun “cambio di passo” e nessuna pagina è stata voltata e, nonostante le sue assicurazioni nel considerarci interlocutori delle politiche in materia di altraeconomia, non abbiamo più avuto alcuna convocazione. Non solo: anche quelli tra di noi che si erano resi disponibili a dare il proprio apporto ad una proposta di revisione delle disposizioni attuative non hanno più avuto alcun ritorno da chi negli Uffici dell’Assessorato aveva il compito di coordinare tale processo. E, come lei stessa ci ha spiegato, l’assenza di disposizioni attuative bloccherebbe qualunque possibilità di assegnazioni trasparenti fuori dalla logica emergenziale degli affidamenti. Visto che siamo in tempo di approvazione di bilanci, vorremmo sapere da Lei quale percorso pensa di attuare per sbloccare una situazione che penalizza tutti quei soggetti che considerano la realizzazione di un nuovo modello di sviluppo locale e un’economia “altra”, sociale e solidale, incompatibile con l’illegalità e la corruzione. Comprenderà che proprio i drammatici avvenimenti di “Mafia capitale”, dai quali il mondo onesto (romano e non solo) dell’economia sociale e solidale viene profondamente colpito, e che vedono coinvolta, secondo i documenti degli inquirenti e le cronache giornalistiche, anche la Città dell’Altra Economia, che ha ospitato le più recenti attività promosse sotto l’egida del suo assessorato come rilancio dell’immagine dell’intero settore per tutta la Regione, rendono ancora più urgente la richiesta di un dialogo costante affinché sia possibile stabilire criteri e modalità partecipati, certi e trasparenti nella programmazione, stanziamento ed erogazione dei prossimi fondi auspicabilmente disponibili per il rilancio delle attività sul territorio. Le chiediamo pertanto un nuovo incontro per poter definire procedure e tempi perché sia possibile riprendere un dialogo efficace e costruttivo. Nel ringraziarLa e nell’augurarLe un buon inizio di nuovo anno, rimaniamo in attesa di un Suo cortese riscontro. Assobotteghe, A Sud, Associazione La Strada, Banca Popolare Etica, Binario Etico, Attac Italia, Centro Culturale Michele Testa, Comitato regionale acqua pubblica, CNCA Lazio, Capo Horn, Com.e.s., Coop Soc. Agricoltura Capodarco, Coordinamento Soci del Lazio di Banca Popolare Etica, Cooperativa Energetica, Cooperativa Equazione, Cooperativa Equobio, Associazione Fairwatch, Fondazione Culturale Responsabilità Etica, Laboratorio Itinerante della decrescita, Laboratorio Urbano Reset, Mag Roma, Myra-Un mondo di bellezza, Cooperativa Il pungiglione Coop. Soc., Ass. Reorient, Rete Gas Lazio, Rete ONU, Solidarius Italia s.a.s., Tienda Solidal Coop. Soc.

 

Foto: Mr.Klevra al pigneto, Roma. (foto da studentifuori.it)

Leave A Comment