L’economia solidale

Commercio equo, gruppi di acquisto solidale, informazione indipendente, agricoltura biologica, riutilizzo, energie rinnovabili, consumo critico e a Km0 sono solo alcuni degli aspetti dell’economia solidale. Esperienze che immaginano e praticano un’economia nuova, fatta di relazioni e cooperazione, rispetto dell’ambiente e dei territori, tutela delle persone e dei diritti, apertura alla biodiversità e delle differenze, democrazia e partecipazione.

Quest’economia può funzionare ed essere davvero giusta e solidale se costruisce reti e relazioni stabili fondate su partecipazione e democrazia. Per questo, in tutta Italia, per rafforzare ed estendere le realtà di economia solidale si lavora per creazione circuiti economici e Reti e Distretti di collaborazione in cui le diverse realtà si sostengono a vicenda creando insieme spazi di mercato finalizzato al benessere di tutti e tutte.

Per questo una delle finalità dell’incontro regionale è di costruire una Rete di economia solidale del Lazio che trasformi l’incontro in pratiche e progetti di collaborazione più stabili e continui d’accordo con le indicazioni della Carta per la Rete Italiana di Economia Solidale (RES) e delle Le Colonne dell’economia solidale, un testo che riassume le caratteristiche fondamentali dell’economia solidale.

Potete trovare informazioni sulle Reti e Distretti di Economia solidale sul sito della Rete nazionale di economia solidale e sul sito della Rete dei Gruppi d’acquisto solidale.

 

Foto: Consegna agrumi del GAS Laurentina.